Non solo Los Angeles e Las Vegas. La West Coast statunitense offre meraviglie sconosciute alle masse. Ecco un itinerario insolito per un viaggio on the road

Solitamente, quando si prepara un viaggio lungo la West Coast statunitense, si tende a pianificare le soste più famose e più cool: Los Angeles, Las Vegas, San Francisco e San Diego, i parchi nazionali più famosi, come il Grand Canyon, lo Yosemite National Park o il Sequoia National Park.

Non c’è niente di sbagliato nel fare queste fermate, sono tutti posti imperdibili. Se il tuo prossimo viaggio include queste tappe, di sicuro non andrai incontro a delusioni di nessun tipo.

Tuttavia, se hai già visto le attrazioni più famose della West Coast e ora hai voglia di qualcosa di diverso, o se invece è la tua prima esperienza in America e vuoi tornare a casa con un bagaglio di racconti sbalorditivo, prova ad andare oltre.

Potrebbe essere interessante sapere che in America ci sono molte altre attrazioni naturali insolite e meravigliose e alcune sono praticamente sconosciute ai turisti.

È a questi luoghi che dedichiamo l’attenzione in questo articolo Ecco un itinerario pensato per esplorare le meraviglie naturali più bizzarre, insolite e meno famose della West Coast.

Prendilo come ispirazione per il tuo prossimo viaggio e utilizza i nostri suggerimenti per creare un tour personalizzato e originale della costa occidentale degli Stati Uniti.

Prima parte dell’itinerario sulla West Coast

Il viaggio che ti proponiamo è basato sulle meraviglie naturali più bizzarre e sconosciute della costa occidentale americana, quindi più che caratterizzare le città, sarà dedicato alla natura e a percorrere molti chilometri on the road!

I 5 Stati inclusi in questo itinerario sono California, Nevada, Oregon, Idaho e Wyoming: quasi 3000 chilometri, fattibili in 15-20 giorni e un tempo di guida totale di 39/40 ore.

Ovviamente puoi scegliere di percorrerne solo una parte, saltare alcune tappe. Insomma, a te la scelta. In totale, ci sono 10 fermate. Siamo pronti? Partiamo!

Racetrack Playa, la Stone Beach semovente

Siamo nella Death Valley,  dove si trova un lago prosciugato. Qui puoi assistere a un fenomeno naturale sbalorditivo, uno di quegli eventi a cui neanche la scienza è riuscita a dare risposte: rocce che si muovono da sole!

Racetrack Playa nella Death Valley

Per raggiungere Racetrack Playa, una zona poco conosciuta della Death Valley, vi servirà un 4×4 al posto di una normale macchina, poiché la strada è abbastanza sconnessa. Ma quando arrivi, non crederai ai tuoi occhi.

In questo posto le rocce si muovono da sole, con movimenti appena percettibili, ma reali. Potrai vedrai le tracce che le rocce lasciano spostandosi e ti ritroverai in uno dei paesaggi naturali più belli del mondo!

Mono Lake, un lago da fantascienza

A nord della California, lungo il confine con il Nevada, c’è il Mono Lake.

È uno strano lago che, grazie alle singolari formazioni tufacee emerse dal fondo dopo l’apertura dell’acquedotto a Los Angeles, oggi ricorda un paesaggio di fantascienza, degno delle più bizzarre fantasie di scrittori e fumettisti.

visitare la west coast mono lake

Il lago è immenso e si trova vicino alla città di Lee Vining.

Il modo migliore per visitarlo è fare un giro in canoa o kayak per ammirare le bizzarre formazioni tufacee da vicino.

Fly Geyser, la storia di un pozzo che è diventato un geyser

Altre 5 ore di viaggio e, attraversando il Nevada, arriverai a Washoe County, dove ti aspetta qualcosa di ancora più inedito: il Fly Geyser è un pozzo artificiale che è stato trasformato dalla natura in un vero geyser.

viaggio nella west coast Fly Geyser

Quando il pozzo fu costruito nel 1964 per sfruttare le fonti di energia geotermica, probabilmente fu lasciato aperto.

I minerali disciolti iniziarono ad accumularsi e crescere, creando l’odierno tumulo di travertino, sul quale il geyser scarica ancora ingenti quantità d’acqua.

Il particolare colore del geyser è dovuto non solo ai tanti minerali presenti, ma anche ad una specie di alghe.

Da Crater Lake a Lava Lands: un insolito itinerario della West Coast

Dopo aver attraversato la California e il Nevada, è tempo di passare in Oregon. Qui scoprirai un immenso cratere lacustre, un improbabile tratto di dune desertiche lungo la costa, un pozzo naturale soprannominato Thor’s Well e le caratteristiche Lava Lands.

Crater Lake, un impressionante lago limpido all’interno di un cratere

Percorrendo la US-62 da Medford, entrerai nell’Oregon Crater Lake National Park, dove troverai il lago più profondo dell’emisfero occidentale, formatosi dopo una spaventosa eruzione vulcanica.

visitare la west coast Crater lake

La straordinaria profondità del Crater Lake gli conferisce un colore azzurro così limpido da essere considerato unico al mondo e quasi innaturale.

Godersi il Crater Lake dalla sponda occidentale, vicino al Watchman Observation Point, ammirando la punta del cono vulcanico (Wizard Island) che emerge dalle acque limpide in tutta la sua maestosità, è un’esperienza impressionante.

Da altri punti di osservazione si può vedere Phantom Ship, un’altra vetta vulcanica che, durante i periodi di nebbia o scarsa illuminazione, dà davvero l’impressione di essere una nave fantasma.

Oregon Dunes, enormi dune in riva al mare

Chi ha detto che per vedere il deserto bisogna andare nelle zone dell’entroterra? In Oregon, un meraviglioso e suggestivo deserto di dune si trova proprio sulla costa, a poca distanza dall’oceano.

Oregon Dunes

Le dune, intervallate qua e là da distese boschive e alcuni laghi, sono enormi, si estendono lungo la costa per circa 70 chilometri.

Non sono facilmente visibili dall’Autostrada (101); la cosa migliore è entrare nell’area ricreativa nazionale delle dune dell’Oregon e seguire uno dei sentieri escursionistici, che ti permetteranno di esplorare la zona da vicino.

Thor’s Well

Proseguendo verso nord lungo la costa, si arriva a un altro bizzarro spettacolo della natura, Il pozzo di Thor a Cape Perpetua, una depressione naturale che si svuota e si riempie costantemente d’acqua, rilasciando nell’aria impressionanti getti d’acqua, pompati dalle correnti, soprattutto con l’alta marea.

Thor’s Well

È uno spettacolo affascinante ma pericoloso: fotografare il continuo scorrere dell’acqua è una tentazione per molti fotografi appassionati, ma attenzione a non avvicinarti troppo, la marea potrebbe trascinarti nel pozzo.

Lo scenario apocalittico delle Terre laviche e del vulcano Newberry

Tornando nell’entroterra, verso Bend, si entra nelle Lava Lands, dove sorge il Newberry National Volcanic Monument, un vulcano che risale a 7000 anni fa e la cui attività ha lasciato tracce indelebili nell’area circostante, creando un paesaggio naturale apocalittico.

Tra le cose vedere in quest’area scegli almeno una di queste 3:

  • Grotta del fiume di lava: un passaggio sotterraneo di 1 chilometro e mezzo prodotto dall’azione della lava, dove la temperatura rimane costante a 41 gradi;
  • Lava Cast Forest: una foresta circolare piena di steli di basalto e alberi bruciati dall’azione della lava;
  • Big Obsidian Flow: paesaggio apocalittico caratterizzato da enormi colline di vetro vulcanico nero, un’imponente superficie interamente ricoperta di ossidiana.

Viaggio on the road dall’Oregon a Yellowstone

Per la terza parte di questo viaggio c’è ancora un’ultima tappa in Oregon e poi ci dirigiamo verso l’Idaho e il Wyoming.

Ci aspettano di nuovo spettacoli naturali molto insoliti, come montagne dipinte in modo stravagante, crateri lunari e infine una sorgente termale con affascinanti colori dell’arcobaleno, una delle attrazioni naturali più sorprendenti d’America.

Painted Hills, il paradiso dei fotografi

Nel mezzo dell’Oregon troviamo il John Day Fossil Beds, un parco particolarmente noto per il suo notevole numero di fossili, ma anche per una serie di insoliti bellezze come l’anfiteatro naturale Blue Basin, le enormi palizzate rocciose di Clarno, le rocce tinte di verde di Sheep Rock e le colline dipinte, non a caso chiamate Painted Hills.

Painted Hills

Con i loro incredibili colori che li fanno assomigliare a giganteschi castelli di sabbia, le Painted Hills sono un vero paradiso per i fotografi. I colori delle colline cambiano in base alla luce e all’ umidità dell’aria: uno spettacolo magico.

Craters of the Moon: benvenuti sulla luna

Spostiamoci ora verso est, attraversando l’Idaho, uno degli stati più affascinanti e sottovalutati degli Stati Uniti, e ci dirigiamo verso lo spettacolo naturale più surreale dello Stato: Craters of the Moon National Monument, una distesa di coni di lava, crateri, grotte, canali di lava fusa, cumuli di terra e alberi contorti che danno davvero l’impressione di essere sulla luna.

viaggio nella west coast usa Craters of the Moon

Una delle attrazioni da non perdere a Craters of the Moon è la ripida salita quasi 800 metri fino alla cima dell’Inferno Cone, un cono vulcanico da cui si può godere di una bellissima vista dell’intera regione.

Grand Prismatic Spring, una sorgente termale circondata dall’arcobaleno

Grand Prismatic Spring, nel Midway Geyser Basin, è la più grande sorgente termale del Parco di Yellowstone. È una delle meraviglie naturali più incredibili degli Stati Uniti e i suoi colori arcobaleno attirano esploratori, scienziati e turisti da 200 anni.

visitare la west coast stati uniti Grand Prismatic Spring

L’intensità del colore deriva da batteri e microbi che crescono lungo i bordi della sorgente, mentre la purezza dell’acqua al centro di questa piscina naturale ha una vivida tonalità blu piuttosto rara.

Ovviamente, dato che sei in zona, puoi continuare la tua visita lungo tutto lo Yellowstone Park, uno dei parchi nazionali più affascinanti d’America, e poi magari continuare ad esplorare lo stato del Wyoming seguendo i nostri suggerimenti su cosa fare nel Wyoming.

Fine del viaggio

Questo ci porta alla fine di questo itinerario, che non è certo uno dei percorsi più frequentati degli Stati Uniti. Si tratta però di un’ottima alternativa per godersi le bellezze naturali al di fuori dei percorsi classici, contribuendo così alla scoperta di una parte dell’America che i più non conoscono.