Sulle Isole Cayman si respira un’atmosfera di benessere e lusso, uniti a un atteggiamento ospitale nei confronti dei turisti.

I locali lo chiamano “Caymankind”.

Le Isole Cayman non sono come il resto dei Caraibi. Questo è quello che pensano le persone quando visitano per la prima volta questo arcipelago formato da tre isole.

Le Cayman si presentano come un paradiso di lusso circondato da barriere coralline, appena a sud di Cuba.

Che cosa fa la differenza qui piuttosto che nel resto dei Caraibi? Per capirlo, basta poggiare i piedi su questa terra incantata.

La gente del posto lo chiama Caymankind: è qualcosa di immateriale, ma assolutamente reale. La parola si riferisce a un atteggiamento accogliente e ospitale nei confronti degli stranieri che arrivano qui.

È simile allo spirito “Aloha” delle Hawaii. Caymankind incarna l’atmosfera di benessere delle isole nel suo insieme, che comprende la spiccata ospitalità, la sua natura straordinaria e la sua varietà di divertimenti.

Cosmopolite e sofisticate con uno stile chic a piedi nudi, le Isole Cayman, note anche come paradiso finanziario globale, incorporano una moltitudine di culture provenienti da tutto il mondo, il tutto permeato da una pronunciata atmosfera da crogiolo.

Le Isole dell’arcipelago

Grand Cayman

L’isola più visitata dell’arcipelago, Grand Cayman, è anche la più grande. Il lato ovest ospita Seven Mile Beach, dove si trovano la maggior parte degli hotel e delle abitazioni.

Sulla North Shore si trovano spiagge più tranquille, anche se i turisti spesso preferiscono accalcarsi nelle acque poco profonde della zona al largo del North Sound per nuotare insieme alle razze.

Grand Cayman Isole

Ancora meno visitato, l’East End offre ristoranti a gestione familiare, siti di immersione e di snorkeling. L’unica vera città dell’isola, George Town, sfoggia una miscela urbana di architettura antica e nuova, che comprende banche maestose e negozi di artigianato.

Grand Cayman è un’isola adatta alle famiglie, così come alle coppie in luna di miele e agli appassionati di attività all’aria aperta.

Cayman Brac

L’isola meno battuta è Cayman Brac, che attira soprattutto appassionati subacquei grazie alla sua sorprendente barriera corallina e più di 50 siti di immersione, in particolare Wilderness Wall e Peter’s Cave.

Raggiungibile tramite un breve volo sulla Cayman Airways, qui si trova anche la National Trust Parrot Reserve dove è possibile avvistare aironi, pappagalli verdi selvatici e pipistrelli tra 170 splendide grotte.

visitare Cayman Brac agenzia viaggi

La piccola Cayman

Questa forse è l’isola più particolare del gruppo. Little Cayman incarna la perfezione da cartolina con la sua sabbia zuccherina e le spiagge poco affollate che invitano a romantici picnic.

A Little Cayman si possono osservare gli uccelli nella riserva naturale di Booby Pond, immergersi al Randy’s Gazebo, nuotare nudi a Point of Sand e pescare dal molo a Tarpon Lake. Inoltre, il Bloody Bay Marine Park offre una ricchezza di enormi pareti sottomarine ricoperte di corallo.

Little Cayman

Isola di Owen

Abbiamo detto che le Isole Cayman sono tre ma, in verità, c’è anche un isolotto più piccolo che merita di essere menzionato.

Si trova a poche pagaiate da Little Cayman, raggiungibile con un kayak o una barca a vela ed è perfetta per trascorrere una giornata di disintossicazione digitale a contatto con la natura selvaggia.

Isola Owen iscole Cayman

Cosa fare alle Isole Cayman

Sulla North Shore di Grand Cayman si trova Rum Point, una spiaggia che attira chi è alla ricerca di tranquillità. Il luogo ideale per leggere un libro sulle amache ondeggianti della spiaggia e sgranocchiare qualcosa sotto gli ombrosi alberi di casuarina.

Il parco botanico Queen Elizabeth II è una perla dei Caraibi, un melange di giardini verdi, sentieri, un lago e una classica casa da tè con panorami sbalorditivi. Un ambiente che sottolinea l’influenza britannica delle Isole Cayman, offrendo al contempo un’opzione fuori dalla spiaggia per gli amanti dei fiori e per dare spazio per correre ai bambini.

Immersioni alle Isole Cayman

Circondate da scogliere, le isole hanno una moltitudine di siti di immersione situati a pochi minuti dalla costa. C’è da aspettarsi grotte, dirupi scoscesi, tunnel, caverne, acque traslucide, coralli in abbondanza e relitti intriganti.

Tra questi ultimi, meritano una visita il Kittiwake Shipwreck & Artificial Reef, il Bloody Bay Marine Park, la MV Keith Tibbetts e la Grotta del Diavolo, una stravaganza di insenature sottomarine, passaggi e nascondigli, ricca di pesci.

Anche per lo snorkeling le isole sono ricche di opzioni. È possibile fare tour privati ​​in catamarano oppure avvistare i pesci direttamente dalla spiaggia.

Stingray City non una vera città, ma un insieme di banchi di sabbia poco profondi al largo, dove numerose razze selvagge dell’Atlantico nuotano felici, disposte a giocare con gli umani in visita: questa è un’avventura da non perdere.

I tour guidati qui abbondano, con possibilità di scorazzare su moto d’acqua o in barca con fondo di vetro, con attrezzatura subacquea o spedizioni di snorkeling.

Secondo solo all’esperienza di Stingray City in termini di popolarità, il Turtle Centre è un complesso educativo e ricreativo a Grand Cayman che non solo informa gli ospiti sulle tartarughe in via di estinzione, ma permette di nuotare con loro, offrendo una delicata interazione uomo-rettile.

Dove alloggiare alle Isole Cayman

La crème de la crème degli alloggi si trova a Grand Cayman. La maggior parte è a Seven Mile Beach, con rilassanti viste sulla spiaggia e possibilità di relax sia al chiuso che all’aperto. Alcuni di questi resort offrono alloggi veramente esclusivi.

The Westin Grand Cayman Seven Mile Beach Resort & Spa

Recentemente ristrutturato, The Westin occupa indiscutibilmente una delle migliori posizioni di una delle spiagge più importanti del mondo.

Ci sono sei punti ristoro, in particolare Woto, un ristorante city-chic specializzato in sushi, ceviche e poke.

L‘Hibiscus Spa soddisfa la profonda attenzione dell’hotel sul benessere, con 13 sale per trattamenti e una cabina termale con vista sull’oceano.

Per un’esperienza di vero lusso, è assolutamente da provare la Presidential Suite, che galleggia sopra Seven Mile Beach al terzo piano del resort.

Il suo balcone di 140 metri quadrati con griglia all’aperto è spettacolare. Nella suite ci sono due camere da letto e due bagni della suite.

Kimpton Seafire Resort + Spa

Incentrato sul design e sostenibile, con una spa di prim’ordine e tre ristoranti, questo opulento hotel a Seven Mile Beach possiede mille risorse.

La sua suite presidenziale misura ben 436 metri quadrati e si trova al 10° piano del resort sopra Seven Mile Beach.

Balconi avvolgenti e finestre dal pavimento al soffitto offrono grandi spazi all’aria aperta, mentre gli arredi in pelle provenienti da Spagna e Italia donano agli interni classe fuori misura.

Con due bagni privati, la suite dispone di una camera padronale inondata di onice bianco, con una vasca che si affaccia direttamente sul blu del mare.

Caribbean Club

Questa è una vera tana di lusso sull’acqua: un complesso residenziale di sole 37 sistemazioni glamour in stile villa, situate proprio nella parte migliore di Seven Mile Beach.

Ideale per famiglie con bambini, queste ville fronte mare con tre camere da letto sono veri e propri alloggi di lusso di 250 metri quadrati, dotati di balconi che guardano in modo invitante verso il mare.

Le cucine sono in granito, estremamente ben fornite e dotate di servizi a livello di chef, oltre a stazioni di cucina circolari conviviali.

I bagni decadenti delle ville sono allettanti come un rinfrescante tuffo nell’oceano, mentre le ampie aree comuni e i balconi arredati incoraggiano la socialità in questo angolo dei caraibi.